Nuove tabelle ettaro coltura lombarde


Regione Lombardia decide per maggiori assegnazioni di carburante agricolo. Fabrizio Canesi, Apima: “Aumenti di circa il 10% in linea con le nuove tabelle nazionali. Bene anche la riapertura degli uffici ex UMA”

 

Regione Lombardia fissa nuovi valori di consumi medi dei prodotti petroliferi agevolati impiegati in agricoltura. Riviste alla luce del Dm 30 dicembre 2015, pubblicato nel marzo 2016, le nuove tabelle ettaro coltura lombarde vedono un tendenziale aumento dei valori assegnabili per le diverse colture e lavorazioni. Tali valori si applicano già dall’anno 2016 e quindi saranno ricalcolati nelle richieste di saldo che le aziende agricole presenteranno a decorrere dal 1 luglio di quest'anno. Anche chi ha chiesto l’assegnazione di carburante agevolato in un’unica soluzione, potrà ricalcolare i quantitativi secondo i nuovi valori tabellari.  Per i c/terzisti invece l’effetto si avrà al momento della rendicontazione in quanto per loro l’assegnazione annua viene data in un’unica soluzione. “Per chi svolge attività conto terzi, si tratta di un incremento medio del 10% per ciascuna lavorazione – sottolinea il direttore di Apima Cremona e di Apima Lodi Fabrizio Canesi –. Un risultato positivo, che attenua la decurtazione del 23% stabilita nelle ultime due anni dalle leggi di stabilità. Inoltre scegliendo di mantenere l’intelaiatura delle varie voci di lavorazione stabilita nel 2002, dopo l’entrata in vigore del DM 454/2001, la Regione ha scelto di rendere immediatamente applicabili le nuove tabelle”. 

Cambiano anche le procedure di assegnazione del carburante agricolo agevolato che dal 1 ottobre saranno di competenza di Regione Lombardia e non più dei Centri di assistenza in agricoltura. Le pratiche dovranno essere indirizzate in formato cartaceo direttamente agli Uffici territoriali regionali dove ha sede l’impresa. Gli Utr provvederanno a verificare le richieste di assegnazioni e a rilasciare il relativo foglio di prelevamento che dà diritto all’agevolazione e consente il prelievo del prodotto petrolifero. “Dopo la sperimentazione digitale, la nuova procedura rappresenta di fatto un ritorno al passato e ai vecchi Uffici Uma. Tuttavia rimane il metodo più semplice, seguito anche nelle altre Regioni, per  rendere trasparenti le assegnazioni di carburante. Con la gestione autonoma da parte dei CAA poteva accadere che fosse assegnato gasolio agevolato per le attività connesse, procedura non consentita dalla legge”, aggiunge Fabrizio Canesi.

Dal momento che gli Utr saranno operativi a partire dal 1 ottobre, le aziende per il saldo del carburante agevolato del 2016 ed i contoterzisti in caso di supplemento potranno rivolgersi ancora ai CAA. Solo a partire da gennaio 2017 sarà necessario recarsi presso gli Uffici territoriali regionali per rendicontare il 2016 e ricevere l’acconto del carburante 2017.



Data pubblicazione

29-6-2016

Allegati



Torna alla lista delle comunicazioni

Diventa socio
di UNCAI

Normative e
documenti

Link Utili
e portali

Partners e
convenzioni

Vai a
Confagricoltura

Previsioni
Meteo

L'Accademia
risponde

Entra nella
Gallery

Magazine
UNCAI

Partners