Fieragricola, UNCAI incontra i contoterzisti


L’Unione Nazionale Contoterzisti incontra gli agromeccanici a Verona

UNCAI incontra i contoterzisti a ‪Fieragricola a Verona (Padiglione 12 - Stand 5B). Dopo la prima giornata con il vicepresidente Uncai Clevio Demicheli e il direttore di Padova Francesco La Gamba, la seconda giornata della più importante manifestazione in Italia dedicata al settore primario ha visto la presenza  presso lo stand UNCAI del presidente dell’associazione dei contoterzisti di Ravenna Roberto Tamburini e del suo direttore Roberto Scozzoli.

Vivace la partecipazione degli agromeccanici provenienti in particolare dal Nord Est, dalla Lombardia e dall’Emilia Romagna, interessati ai tariffari delle lavorazioni conto terzi proposti dalle diverse province d’Italia e all’assistenza sindacale e amministrativa di UNCAI. In particolare è emerso il desiderio da parte dei contoterzisti di tornare a far squadra come in passato con gli agricoltori e con gli altri attori della filiera, dagli agronomi ai costruttori di macchine agricole.

Solo se si fa squadra e la squadra diventa sistema, si vince. “Innanzitutto tra i contoterzisti non dovrebbe esserci concorrenza, ma un rapporto di complementarietà che riconosca e rispetti le specializzazioni di ciascuno. La concorrenza sleale tra contoterzisti produce solo difficoltà di gestione, perché abbassando troppo i costi dei servizi offerti, vengono a mancare il guadagno e la possibilità di reinvestire in mezzi meccanici in grado di offrire servizi innovativi all'agricoltura”, si legge nell’intervista al Presidente UNCAI Aproniano Tassinari, inserita nello Speciale AGRICOLTURA E INNOVAZIONE - Strumenti di analisi per pianificare il futuro, realizzato da Fieragricola.

Il gioco di squadra in agricoltura è sempre a somma positiva. “Obiettivi comuni di imprese agricole e agromeccaniche sono prodotti di qualità a prezzi contenuti e nel rispetto del cliente finale. Per raggiungere questi obiettivi occorre farsi trovare pronti sui temi dell’innovazione e della sostenibilità, perché, come ha dichiarato il presidente Paolo De Castro durante il convegno di apertura di Fieragriola, in futuro i fondi europei riguarderanno aziende pronte a investire in tecnologie green”. Ma è necessaria una politica e una strategia che renda possibili tali investimenti, perché la volatilità dei prezzi sarà una costante anche nei prossimi anni: “Contoterzisti e agricoltori devono quindi vivere in simbiosi per preservare e valorizzare il modello economico dell’agricoltura italiana, un modello in grado di diversificare le produzioni e rispettoso dell’ambiente. La terra non è un patrimonio che può essere gestito privatamente, indipendentemente da tutto e da tutti, senza tener conto delle conseguenze che una gestione poco accorta può avere per il futuro di tutti noi”, conclude Tassinari.

Gli incontri con UNCAI a Fieragricola proseguono venerdì con i membri del Consiglio UNCAI composto dal Aproniano Tassinari, Clevio Demicheli, Claudio Rota, Sergio Bambagiotti, Roberto Tamburini, Giuliano Chioetto e Damiano Merlin. Si chiude sabato con il direttore di Cremona e di Milano, Lodi, Como e Varese Fabrizio Canesi.



Data pubblicazione

4-2-2016

Allegati



Torna alla lista delle comunicazioni

Diventa socio
di UNCAI

Normative e
documenti

Link Utili
e portali

Partners e
convenzioni

Vai a
Confagricoltura

Previsioni
Meteo

L'Accademia
risponde

Entra nella
Gallery

Magazine
UNCAI

Partners